Home » ECONOMIA » Novità fiscali – Maggio 2019

Novità fiscali – Maggio 2019

Si riportano a seguire le principali novità fiscali di maggio 2019:

IRES/IRPEF

Guida dichiarazione IRPEF 2018 (Circ. n. 13/E/2019)
La circolare n. 13/E del 31 maggio u.s. contiene la guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno d’imposta 2018. La guida contiene tutte le istruzioni relative alle spese che danno diritto a deduzioni e detrazioni d’imposta nonché in relazione agli altri elementi che rilevano sia ai fini della compilazione della dichiarazione dei redditi sia per quanto concerne l’apposizione del visto di conformità.

Definizione processo pendente (Risp. n. 136 del 9 maggio 2019)
La risposta ad interpello n. 136 del 9 maggio 2019 ammette la possibilità di definire, pagando il 5% delle imposte, un processo pendente in Cassazione con integrale vittoria del contribuente nei due gradi di merito, relativo ad un avviso di recupero del credito d’imposta oggetto della precedente definizione dell’articolo 11 del DL n. 50/2017.

Valutazione anti abuso conferimento azienda affittata (Risp. n. 138 del 13 maggio 2019)
La risposta n. 138 del 13 maggio 2019 chiarisce che non genera alcun risparmio di imposta indebito ai fini delle imposte sul reddito e delle imposte d’atto il conferimento di un’azienda condotta in affitto effettuato dal locatore a favore della società affittuaria, seguito dalla cessione delle partecipazioni ricevute nella conferitaria alla società holding che ante conferimento possedeva il 100% della conferitaria, la quale holding è stata a sua volta appositamente costituita subito prima del conferimento dai soci della conferitaria con uno “scambio di partecipazioni mediante conferimento” attuato in regime fiscale di realizzo controllato.

IVA

Fattura elettronica: adesione al servizio di consultazione e acquisizione (Provv. n. 164664/2019)
Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 21 dicembre 2018 ha introdotto, nel sito internet dell’Agenzia, la possibilità per gli operatori IVA di aderire al servizio “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.
Il provvedimento n. 164664 in oggetto ha previsto che la funzionalità di adesione a tale servizio si resa disponibile dal 1° luglio 2019 al 31 ottobre 2019.

Aumento soglia fattura semplificata (DM 10 maggio 2019)
Il decreto emanato il 10 maggio dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ha esteso i limiti di importo per l’adozione della fattura semplificata, ai sensi dell’articolo 21 bis del DPR n. 633 del 1972, da 100 a 400 euro.

Memorizzazione e invio dati registratori telematici (Risp. n. 139 del 14 maggio 2019)
I soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro possono sostituire o aggiornare i propri registratori di cassa con i nuovi registratori telematici già prima del 1° luglio 2019 (giorno da cui decorre l’obbligo di memorizzazione e trasmissione dati dei corrispettivi giornalieri) e procedere alla memorizzazione e trasmissione dati ai sensi dell’articolo 2 del DLGS n. 127/2015.

Note di variazione in diminuzione: sconti e abbuoni (Risp. n. 172 del 30 maggio 2019)
Con la risposta a interpello 30.5.2019 n. 172, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non è possibile avvalersi del Sistema di Interscambio per l’emissione di un documento contabile con valenza esclusivamente finanziaria, da parte del cessionario o committente, a “storno” di una fattura emessa dal cedente o prestatore in relazione alla pattuizione di uno sconto commerciale.

Regime speciale IVA editoria (Risp. n. 155 del 22 maggio 2019)
L’Agenzia delle Entrate, con la risposta n. 155 del 22 maggio u.s., ha chiarito che le variazioni previste dall’articolo 26 del DPR n. 633/1972, nel caso in cui l’operazione IVA sia venuta meno per il mancato pagamento a causa di procedure concorsuali, sono applicabili anche nell’ipotesi in cui il soggetto passivo abbia adottato il criterio della forfetizzazione della resa.

Ricarica veicoli elettrici: esonero da obblighi memorizzazione elettronica (Risp. n. 149 del 21 maggio 2019)
La risposta n. 149 del 21 maggio 2019 ha stabilito che le colonnine di ricarica elettrica situate in luoghi pubblici o privati, ma fruibili al pubblico, sono da assimilare ai “distributori automatici” e, di conseguenza, vanno applicati i relativi obblighi in materia di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

VARIE

Cedolare secca immobili commerciali (Ris. n. 50/E/2019)
Con la risoluzione n. 50 del 17 maggio u.s. ha precisato che il regime della cedolare secca sul reddito da locazione degli immobili ad uso commerciale può applicarsi nel caso in cui il conduttore sia un soggetto che eserciti attività d’impresa, tenuto conto che tali contratti di locazione hanno ad oggetto proprio immobili da destinare ad attività commerciale.

Definizione agevolata controversie tributarie (Circ. n. 10/E/2019)
La circolare n. 10 del 15 maggio fornisce ulteriori chiarimenti in ordine alla definizione agevolata delle controversie pendenti introdotta dagli articoli 6 e 7, comma 2, lettera b) e comma 3 del decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119, a seguito dei numerosi quesiti pervenuti presso l’Agenzia delle Entrate.

Definizione agevolata irregolarità formali (Circ. n. 11/E/2019)
La circolare n. 11 del 15 maggio u.s. ha reso noti i chiarimenti in tema di definizione delle irregolarità formali in dichiarazione dei redditi.
La possibilità di definire tali irregolarità era stata introdotta dal decreto legge n. 119/2018, collegato alla Manovra di Bilancio 2019.

Applicazione indici sintetici di affidabilità fiscale ISA
L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n. 126200 del 10 maggio u.s., ha reso note le regole di applicazione all’annualità d’imposta in corso al 31 dicembre 2018 degli indici di affidabilità fiscale (ISA), istituiti dall’articolo 9-bis del DL n. 50/2017 (c.d. Manovrina). In particolare, il comma 11 del citato articolo 9-bis prevede uno specifico regime premiale con riferimento ai contribuenti con cui si applicano gli ISA.

INTERNAZIONALE

Legge europea 2018 (Legge 3 maggio 2019, n. 37)
E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 109 dell’11 maggio 2019, la Legge 3 maggio 2019, n. 37, recante “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea – Legge europea 2018”, con la quale sono stati modificati o integrate disposizioni aventi contenuto eterogeneo già vigenti all’interno del nostro ordinamento giuridico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi