Home » ECONOMIA » Cessione dell’ecobonus: nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate

Cessione dell’ecobonus: nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate

Con la circolare n. 11/E del 18 maggio 2018 l’Agenzia delle Entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito all’ambito applicativo della cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di efficienza energetica di cui all’articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 alla luce delle modifiche introdotte dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205 (cosiddetta legge di bilancio 2018).

La circolare ribadisce innanzitutto la possibilità di cedere la detrazione per tutti i soggetti che sostengono le spese relative agli interventi agevolabili di cui alla legge bilancio, compresi coloro che, in concreto, non potrebbero fruire della corrispondente detrazione in quanto l’imposta lorda è assorbita dalle altre detrazioni o non è dovuta.

La disposizione riguarda, inoltre, i soggetti IRES e i cessionari del credito che possono, a loro volta, cedere il credito ottenuto.

Per quanto concerne, invece, i soggetti a favore dei quali può essere effettuata la cessione del credito, il provvedimento menziona:

– i fornitori dei beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi agevolabili

– gli altri soggetti privati, per tali intendendosi, oltre alle persone fisiche, anche i soggetti che esercitano attività di lavoro autonomo o d’impresa, anche in forma associata (società ed enti)

– banche ed intermediari finanziari nelle sole ipotesi di cessione del credito effettuate dai soggetti che ricadono nella no tax area.

Inoltre, sentito il parere fornito dalla Ragioneria Generale, l’Agenzia precisa che la cessione del credito deve intendersi limitata ad una sola eventuale cessione successiva a quella originaria e che per altri soggetti privati devono intendersi i soggetti diversi dai fornitori, sempreché collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione.

Pertanto, a titolo esemplificativo, nel caso di interventi condominiali la detrazione può essere ceduta nei confronti degli altri soggetti titolari delle detrazioni spettanti per i medesimi interventi condominiali ovvero, più in generale, nel caso in cui i lavori vengano effettuati da soggetti societari appartenenti ad un gruppo, nei confronti delle altre società del gruppo ad esclusione, tuttavia, per i soggetti diversi dai cd. no tax area, degli istituti di credito e degli intermediari finanziari.

In aggiunta il credito non può essere ceduto da alcun soggetto alle pubbliche amministrazioni di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Infine la circolare precisa che rimangono valide le cessioni dei crediti effettuate sulla base delle indicazioni contenute nel Provvedimento del 28 agosto 2017, se compiute prima della circolare n. 11/E del 18 maggio 2018.

 

Scarica allegato

 Circolare 11E del 18 maggio 2018 sulla cessione del credito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi