Home » LAVORO » Accordi collettivi deposito. Misure di conciliazione vita lavoro: sgravio contributivo

Accordi collettivi deposito. Misure di conciliazione vita lavoro: sgravio contributivo

Con riferimento alla nostra new del 11 ottobre scorso, il Ministero del Lavoro ha comunicato che il Decreto Interministeriale contenente la disciplina dello sgravio contributivo a favore dei datori di lavoro del settore privato per la promozione della conciliazione tra vita professionale e vita privata attraverso la stipula di contratti collettivi aziendali o territoriali è stato registrato dalla Corte dei Conti ed è disponibile il modello on line per procedere al deposito degli stessi.

In particolare i datori di lavoro che intendano fruire della decontribuzione devono preventivamente effettuare il deposito telematico del contratto aziendale,anche in recepimento di un contratto collettivo territoriale, sottoscritto dal 1° gennaio 2017 al 31 agosto 2018, nell’apposita sezione del sito www.cliclavoro.gov.it.

Pertanto, l’utente in possesso delle credenziali in qualità di azienda deve compilare un modulo online, inserendo solo i dati dell’impresa firmataria e le informazioni relative al contratto aziendale (data di sottoscrizione, periodo di validità, l’ITL competente). Completati tutti i campi, dovrà essere effettuato il caricamento del file del contratto.

Si ricorda che le scadenze  per il deposito telematico sono:

  • il 31 ottobre 2017 per le risorse relative al 2017
  • il 31 agosto 2018 per le risorse relative al 2018.

Completato il suddetto adempimento, i datori di lavoro dovranno trasmettere istanza telematica all’INPS, utilizzando un’apposita funzionalità sul portale dell’Istituto, che verrà predisposta nei prossimi giorni.

Le scadenze per l’invio della domanda all’INPS sono:

  • il 15 novembre 2017 per le risorse relative al 2017
  • il 15 settembre 2018 per le risorse relative al 2018.

Si precisa che i datori di lavoro che avessero già provveduto al deposito telematico di un contratto aziendale ai fini della detassazione, recanti le misure di conciliazione vita – lavoro previste dal decreto, non dovranno effettuare un nuovo deposito telematico per usufruire della decontribuzione in oggetto.

Sarà comunque necessario l’invio della domanda in via telematica sul portale INPS.