Home » Agenda della formazione » Corsi Profili Enel: Profilo Professionale G – Operatore addetto ad attività sotto tensione in BT

Corsi Profili Enel: Profilo Professionale G – Operatore addetto ad attività sotto tensione in BT

(attività di gestione utenza svolta sui gruppi di misura e prese, e attività su CBT presso cabine e PTP, in presenza di tensione in bassa tensione)

Descrizione del profilo professionale

Operatore addetto all’esecuzione di attività su gruppi di misura e prese, di norma sotto tensione in bassa tensione. In particolare egli esegue: Installazione e sostituzione di gruppi di misura dell’energia elettrica di tipo tradizionale e/o elettronico, monofasi e/o trifasi, in presenza di tensione in bassa tensione, presso singole utenze e centralizzate; Connessione, scollegamento e ricollegamento dei conduttori di alimentazione dei gruppi di misura nelle cassette di derivazione/sezionamento (nodi di alimentazione) in presenza di tensione in bassa tensione nel rispetto di quanto previsto dalla Norma CEI 11-27 per tale attività. Attività su concentratori in Bassa tensione (CBT) presso cabine e/o PTP Gestione delle attività ed inizializzazione dei Contatori Elettronici mediante smartphone/tablet. L’operatore può essere chiamato ad assumere la guida di una formazione composta da due o più addetti che possiedono la condizione di PAV o PES (vedi al riguardo “prescrizioni sulla condizione di PAV o PES” e sulla autorizzazione ad operare sotto tensione sotto riportate)

L’IdF deve ottenere dai partecipanti

la documentazione attestante i prerequisiti dei discenti, i quali

devono indicare il ruolo che ricoprono presso l’Impresa.

PREREQUISITI E INFORMAZIONI PRELIMINARI ALL’AMMISSIONE AI CORSI

 (SECONDO L’ALLEGATO 1 – profili professionali ENEL

requisiti per la qualificazione APPROVATO il 21/12/2020)

Tabella 6 – Prerequisiti richiesti per l’ammissione ai corsi di formazione

per profili professionali Enel

Ammissione ai corsi DD, ED, FD, GD

Diploma di istituto professionale (IPSIA) o attestato di formazione professionale (diploma o qualifica) rilasciato conformemente alle Leggi-Quadro dello Stato Italiano vigenti in materia di formazione professionale, con specializzazione ad indirizzo elettrico, elettronico o a indirizzo tecnologico o titolo di livello superiore (diploma, laurea);

Ammissione ai corsi per i profili professionali B,C,CI, D,E ESole, F, G/ GSole, CE, RG

L’Impresa, all’atto dell’iscrizione del dipendente al corso, deve presentare all’Istituto di Formazione la documentazione relativa alla formazione pregressa

In alcuni casi l’ammissione ai corsi è vincolata all’accertamento di ulteriori requisiti come di seguito specificato nei successivi punti. I suddetti punti sono fra loro alternativi

a) – Attestato in originale, conseguito a seguito di partecipazione ad uno dei corsi certificati (di base o di aggiornamento) e superamento del relativo esame, in data non antecedente agli ultimi 6 anni. Gli attestati di profilo professionale H non sono prerequisito sufficiente per l’ammissione ai corsi per profili professionali B, C, CSole, CI, D, E, ESole, F, G, GSole.

b) – Diploma di istituto professionale (IPSIA) o attestato di formazione professionale (diploma o qualifica) rilasciato conformemente alle Leggi-Quadro dello Stato Italiano vigenti in materia di formazione professionale, con specializzazione ad indirizzo elettrico, elettronico o a indirizzo tecnologico o titolo di livello superiore (diploma, laurea);

c) Per i Profili D,E,F,G

Diploma di scuola secondaria di 1° grado (Licenzia media) con l’aggiunta delle seguenti condizioni:

• esperienza lavorativa continuativa di almeno 2 anni presso impresa/e qualificata per il comparto LELE05 certificata dal Datore di Lavoro richiedente

• superamento di un test che si compone di una parte teorica, ed un colloquio finale. I test di verifica (questionari, check list) sono predisposti dagli Istituti di Formazione e condotti dai medesimi attenendosi alle linee guida E-DISTRIBUZIONE.

Diploma di scuola secondaria di 1° grado (Licenzia media) con l’aggiunta delle seguenti condizioni:

• esperienza lavorativa di almeno 3 anni presso impresa industriale o artigianale operante nel settore elettrico, elettromeccanico o elettronico, certificata dal Datore di Lavoro

• valutazione delle conoscenze mediante: analisi curriculum, prova d’arte, colloquio e successiva partecipazione a corso di formazione preliminare. Le specifiche delle prove e dei corsi preliminari sono riportate in apposito addendum

Diploma di scuola secondaria di 1° grado (Licenzia media) con l’aggiunta delle seguenti condizioni:

• partecipazione a corso di formazione preliminare di 800 ore i cui contenuti sono riportati in apposito addendum

Per i soli profili professionali CSole, ESole, GSole da impiegare nei lavori del G.M. LEIL08 “Lavori su impianti di Illuminazione Pubblica ed Artistica” in assenza di attestati di partecipazione ai corsi professionali (a) e in alternativa al prerequisito del diploma di istituto professionale (b), può essere accettato il prerequisito del possesso di conoscenze di base (comunque acquisite) equivalenti a diplomati di livello IPSIA con una esperienza pluriennale nella tipologia di lavori del G.M. (min. 3 anni). In merito a tali prerequisiti il Datore di Lavoro dovrà essere in possesso di idonea documentazione (curricula, documentazione relativa alle precedenti esperienze lavorative, ecc.).

Gli attestati rilasciati dagli I.d.F. dovranno evidenziare che si tratta di “Profili LEIL08”, che non potranno essere impiegati come profili nei Gruppi merceologici LELE05 e LESC01. In particolare, gli attestati dei profili professionali relativi alle attività Enel Sole saranno identificati dalla lettera del profilo seguita dalla parola Sole (es.: CSole).

Per il solo profilo professionale CE da impiegare nei lavori del G.M. LEII10 “Sostituzione massiva gruppi di misura elettronici (C.E.)”, in assenza di attestati di partecipazione ai corsi professionali (a) e in alternativa al prerequisito del diploma di istituto professionale (b), può essere accettato il prerequisito del possesso della qualifica PES da almeno 3 (tre) anni. In merito a tali prerequisiti il Datore di Lavoro dovrà essere in possesso di idonea documentazione (curricula, documentazione relativa alle precedenti esperienze lavorative, attestazione PES del lavoratore ecc.).

Per tutti i profili professionali (inclusi quelli Sole), possesso di attestato di formazione per persona avvertita (PAV) in conformità a quanto prescritto dalla Norma CEI 11-27, livelli 1A e 1B e dichiarazione del Datore di Lavoro che ne attesta la condizione di PAV controfirmata dal dipendente.

Oltre ai suddetti titoli, i candidati dovranno essere in possesso di:

– Per i profili professionali G e GSole, possesso di attestato di formazione per i lavori sotto tensione sugli impianti di categoria 0 e I, in conformità a quanto prescritto dalla Norma CEI 11-27, livelli 2A e 2B.

– Per i profili B, C, CSole e CI presentazione della dichiarazione del datore di lavoro controfirmata dal dipendente che attribuisce la condizione di PES, supportata dall’attestato di partecipazione al corso concernente la formazione minima prevista dalla CEI 11-27 livelli 1A e 1B.

Per il profilo professionale CE, dichiarazione del Datore di Lavoro controfirmata dal dipendente che attribuisce la condizione di PAV, supportata dall’attestato di partecipazione al corso concernente la formazione minima prevista dalla CEI 11-27 livelli 1A e 1B; possesso di attestato di formazione per i lavori sotto tensione sugli impianti di categoria 0 e I, in conformità a quanto prescritto dalla Norma CEI 11-27, livelli 2A e 2B.

Le tipologie di lavori cui si riferiscono le attribuzioni di PES e PAV, devono essere coerenti con il tipo di attività previste dal profilo richiesto.

La modulistica predisposta dagli I.d.F. per l’iscrizione ai corsi di formazione deve comprendere la descrizione dei prerequisiti dei candidati ed il codice identificativo delle imprese iscritte al portale Enel e candidate per la qualificazione (codice CUI).

Apprendisti (profili professionali B, C, CI, D, E ESole, F, G/GSole, CE, RG)

Ai fini della qualificazione, per le imprese con livello di capacità esecutiva uguale o superiore alla 3° (fino a 1 Mln €), sono considerati validi i profili professionali di personale assunto con contratto di apprendista alle seguenti condizioni:

L’apprendista sia in possesso di diploma di istituto professionale (IPSIA) o attestato di formazione professionale (diploma o qualifica) rilasciato conformemente alle Leggi-Quadro dello Stato Italiano vigenti in materia di formazione professionale, con specializzazione ad indirizzo elettrico, elettronico o a indirizzo tecnologico o titolo di livello superiore (diploma, laurea);

L’apprendista sia stato assunto ed operato con continuità (senza interruzioni) ed a tempo pieno alle dipendenze dell’impresa da almeno 24 mesi;

L’apprendista abbia superato il corso di profilo professionale;

Ai fini della qualificazione, tale personale non sarà considerato come profilo professionale prima del 24° mese dall’assunzione.

L’apprendista non sia nominato PES prima del 36° mese dall’assunzione;

Ai fini della qualificazione, il personale in possesso di profilo professionale, che abbia completato i 36 mesi di apprendistato, potrà essere

confermato alle dipendenze dell’impresa o assunto da altra impresa solo con contratto a tempo indeterminato o determinato a copertura del periodo

di qualificazione di tre anni.

Il numero degli apprendisti con profilo professionale, tassativamente, non potrà superare il 15% del numero dei dipendenti con profilo

professionale (approssimazione del calcolo: per frazioni ≤0,50 vale l’intero inferiore; per frazioni > 0,50 vale l’intero superiore).

Restano invariati gli altri requisiti tecnici (n. profili professionali e n. PES).

Personale di nazionalità non Italiana

Nel caso di personale dipendente da imprese appaltatrici estere (personale con residenza all’estero) che intendano ottenere la qualificazione Enel, è ritenuto valido “prerequisito” per l’iscrizione ai corsi, la formazione effettuata nella nazione di provenienza alle seguenti condizioni:

1) Nel caso esistano accordi di mutuo riconoscimento dei titoli di studio tra l’Italia e ed il paese estero di provenienza dell’impresa, è considerato valido “prerequisito” di ammissione ai corsi il possesso di titolo di studio di formazione professionale ad indirizzo elettrico o elettromeccanico equivalente alla formazione IPSIA (diploma o qualifica) o superiore (in Italia).

 2) Nel caso non esistano accordi di mutuo riconoscimento gli Istituti di Formazione valutano l’equiparabilità del titolo di studio posseduto ai titoli di studio di cui al punto precedente o al diploma di scuola secondaria di 1° grado.

in alternativa, è considerato prerequisito sufficiente il verificarsi di tutte le seguenti condizioni:

3) il personale deve aver maturato almeno due anni di esperienza lavorativa presso primarie aziende elettriche nel paese di provenienza operando nel settore dell’impiantistica di distribuzione e trasformazione e trasporto dell’energia elettrica in BT, MT, AT;

4) Il personale sia stato formato in conformità alle vigenti norme tecniche europee (CEN/CENELEC) in materia di impiantistica di distribuzione, trasformazione e trasporto dell’energia elettrica in BT, MT, AT. Inoltre, la formazione deve essere stata integrata per gli aspetti di sicurezza del lavoro e dell’ambiente, in conformità alle leggi locali vigenti in materia (corsi dedicati).

5) I corsi siano stati svolti nell’ambito di organizzazioni in possesso di strutture e personale qualificato per la formazione, certificati da Enti ufficiali preposti di rilevanza nazionale o europea;

6) Per ogni dipendente, deve essere disponibile idonea documentazione (attestati, certificati, ecc.) relativa ai requisiti descritti nei precedenti punti 2÷4 e siano possibili gli accessi alle banche dati degli enti formativi interessati per i necessari accertamenti.

Inoltre, per tutti i candidati di nazionalità non Italiana, l’ammissione ad uno dei corsi certificati deve essere preceduta dal superamento di un esame di accertamento della conoscenza della lingua italiana. Deve essere dimostrata la comprensione al livello di base A2, con riferimento al “Quadro Comune Europeo” del Consiglio d’Europa, che stabilisce 6 livelli di comprensione.

L’Istituto di Formazione deve conservare per 5 anni la documentazione delle prove di esame in base alle quali ha ammesso il candidato al corso.

Percorso per l’ottenimento dell’attestazione di più profili professionali

È ammesso che uno stesso operatore possa essere in possesso di più profili professionali. L’acquisizione di più profili professionali può essere ottenuta attraverso una delle seguenti modalità:

a) Frequenza dei singoli corsi completi per profili professionali, con superamento del relativo esame finale, per ognuno dei quali l’istituto di

formazione rilascerà il relativo attestato;

oppure

b) Frequenza e superamento degli esami di un corso di formazione articolato in un modulo base, denominato FBM “Formazione Base Multiprofilo”, e in un modulo specialistico specifico per uno dei profili professionali da acquisire. L’attestato relativo ad un corso così articolato consentirà l’accesso ai vari corsi specialistici per profili professionali senza la necessità di ripetere il modulo base.

Il modulo base, che attiene alle conoscenze applicative e alle capacità di base, per i profili professionali “elettrici” B e C ha durata di 14 h più 2 h per la prova finale mentre il modulo che attiene ai profili professionali D, E, F, G ha durata di 120 h

La frequenza ed il superamento dell’esame del solo modulo base FBM non abilita ad alcuna attività di pertinenza dei profili professionali definiti. Per il solo modulo di formazione base non è previsto il rilascio di attestato.

Al superamento dell’esame sarà rilasciato un attestato di “qualificazione” secondo

disposizioni richieste dalla Specifica ENEL APR037

OBIETTIVI DEL CORSO:

Fare acquisire con efficacia ed efficienza i contenuti indicati nella Scheda G relativamente alle conoscenze:

– di base; applicative; specialistiche, e capacità ed abilità operative. Sensibilizzazione in particolare sui metodi di conduzione della squadra per il:

– massimo coinvolgimento dei componenti ai fini dell’efficienza e dell’efficacia delle attività da eseguire;

– rispetto delle normative di legge ed aziendali ai fini della sicurezza, della salvaguardia del patrimonio e dell’ambiente.

MODULO DI BASE 120 ORE FORMATIVE

10-11-12-13-14-17-18-19-20-21-24-25-26-27-28 OTTOBRE 2022

+

40 ORE FORMAZIONE SPECIALISTICA PER

PER PROFILO PROFESSIONALE G – 40 ORE

14-15-16-17-18 NOVEMBRE 2022

LA FORMAZIONE TEORICA DEI CORSO SI SVOLGERA’ A DISTANZA

 – MEDIANTE VIDEOCONFERENZA SINCRONA –

LA FORMAZIONE PRATICA IN PRESENZA PRESSO IDONEO LABORATORIO

ISCRIZIONE ONLINE*

*Le eventuali disdette di iscrizione devono pervenire (per iscritto) entro 2 giorni prima dell’inizio del corso. Alle imprese che annulleranno la partecipazione dopo tale data verrà addebitato il 50% del costo di partecipazione.

Per maggiori informazioni

Responsabile dell’Area Formazione Assistal – Responsabile dell’IdF qualificato per i profili ENEL

Dott.ssa Maria Francesca Battisti

06/853730 – f.battisti@assistal.it

Segreteria Didattica – Segreteria Didattica IdF qualificato per i profili ENEL

Dott.ssa Claudia Palumbo

06/853730 – c.palumbo@assistal.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi