Home » Impianti ad energia rinnovabile

Impianti ad energia rinnovabile

Il decreto legislativo 28/2011, emanato in attuazione della Direttiva 2009/28/CE, prevede a partire dal 2013 una qualifica professionale per l’attività di installazione e di manutenzione straordinaria di sistemi ad energia rinnovabile su piccola scala quali:

  • caldaie, caminetti e stufe a biomassa;
  • sistemi solari fotovoltaici;
  • sistemi solari termici;
  • sistemi geotermici a bassa entalpia;
  • pompe di calore.

Entro il 31 dicembre 2016, le Regioni e le Province autonome dovevano attivare un programma di formazione per gli installatori e manutentori di impianti a fonti rinnovabili oppure procedere al riconoscimento di fornitori di formazione secondo le Linee guida della Conferenza delle Regioni e Province.

Pertanto i corsi di formazione finalizzati al conseguimento dell’attestato di qualificazione professionale di “Installatore e manutentore straordinario di tecnologie energetiche alimentate da fonti rinnovabili”, ai sensi del comma 2 dell’articolo 15 del Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n.28, sono disciplinati dalle nuove Linee guida della Conferenza delle Regioni e Province autonome n. 16/153/CR7/C9/C5 del 22 dicembre 2016.

Tale standard formativo, che manca di essere aggiornato nel contesto normativo perché non tiene conto degli interventi legislativi di modifica del DLgs 28/11:

– modifica l’articolo 5 delle precedenti Linee guida stabilendo che tutte le attività formative di aggiornamento realizzate dal 1° agosto 2013 assolvono gli obblighi formativi fino al 31 dicembre 2019;

– ribadisce che l’aggiornamento è obbligatorio, ha cadenza triennale a decorrere dal 1 agosto 2013, ha una durata minima pari a 16 ore da realizzarsi anche attraverso modalità FAD e che al termine debba essere rilasciato un attestato secondo le disposizioni di ciascuna Regione.

Resta inteso che le suddetti disposizioni dovranno essere recepite dalle singole Regioni con apposita delibera regionale.