Home » LAVORO » Ispettorato Nazionale del Lavoro: installazione di impianti audiovisivi e di altri strumenti controllo

Ispettorato Nazionale del Lavoro: installazione di impianti audiovisivi e di altri strumenti controllo

Con la circolare n. 5 del 19 febbraio 2018 (allegata) l’Ispettorato Nazionale del Lavoro  ha fornito indicazioni operative in ordine alle problematiche inerenti l’installazione e l’utilizzazione di impianti audiovisivi e di altri strumenti di controllo, ai sensi dell’art. 4 della legge n. 300/1970.

Nella circolare sono affrontati i temi della: istruttoria delle istanze presentate, tutela del patrimonio aziendale, telecamere e dati biometrici.

Segnaliamo i principali aspetti contenuti nella circolare e di maggiore interesse aziendale:

  • Possibilità di non indicare l’esatta ubicazione e numero delle telecamere da installare.
  • Possibilità di inquadrare direttamente l’operatore qualora vi siano ragioni giustificatrici legate alla “sicurezza del lavoro” o al “patrimonio aziendale”.
  • Tracciabilità dell’accesso alle immagini registrate attraverso un “log di accesso” per un congruo periodo, non inferiore a 6 mesi.
  • Non necessita  l’autorizzazione per l’installazione di telecamere in zone aziendali esterne  (es. il suolo pubblico, anche se antistante alle zone di ingresso all’azienda), nelle quali non sia svolta attività lavorativa.
  • Possibile attivazione del riconoscimento biometrico, qualora installato per motivi di sicurezza, senza la richiesta di autorizzazione all’INL.

 INL circolare n. 5-2018

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi