Home » ECONOMIA » Risoluzione n. 151/E – Agenzia delle Entrate

Risoluzione n. 151/E – Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che l’erogazione della retribuzione oltre l’anno immediatamente successivo a quello di maturazione della medesima non è di per sé sufficiente per ritenere il ritardo “non fisiologico”.

La Risoluzione n. 151/E del 13 dicembre 2017 dell’Agenzia delle Entrate (allegata)  interviene in merito alla corretta modalità di tassazione degli emolumenti arretrati corrisposti ai dipendenti in relazione a prestazioni di lavoro dipendente, precisando inoltre il criterio per determinare quando il ritardo si considera “fisiologico”.

In particolare, i redditi di lavoro dipendente corrisposti in via tardiva, per cause indipendenti dalla volontà delle parti, possono usufruire del particolare regime della tassazione separata se percepiti in anni successivi rispetto all’anno in cui i medesimi sono maturati.

 Agenzia delle Entrate risoluzione n. 151 del 13 dicembre 2017