Home » Tecnologia, Energia, Ambiente e Sicurezza » Pubblicata la nuova variante V4 alla norma CEI 64-8

Pubblicata la nuova variante V4 alla norma CEI 64-8

È disponibile e in vigore dal 1 giugno 2017 la nuova variante V4 alla norma tecnica CEI 64-8 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e 1.500 V in corrente continua”, che aggiorna la precedente edizione alle disposizioni del Regolamento Prodotti da Costruzione UE 305/2011 (cosiddetto CPR).

La Variante 4 riguarda infatti la scelta dei cavi elettrici destinati ad essere incorporati in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse, così come definito all’articolo 2, comma 3, del Regolamento citato.

La nuova CEI 64-8;V4 sostituisce e/o integra gli articoli 527.1 “Precauzioni da prendere all’interno di un ambiente chiuso”, 751.04.2.8 “Requisiti delle condutture per evitare la propagazione dell’incendio” e 751.04.3 “Prescrizioni aggiuntive per gli ambienti di cui in 751.03.2” della CEI 64-8:2012, con validità in parallelo fino al 31 dicembre 2017.

In questo modo la V4 accoglie le istanze rappresentate  da ASSISTAL, volte a favorire l’opportuna distribuzione sul mercato delle nuove tipologie di cavi nonché consentire l’impiego di eventuali scorte acquistate precedentemente al 1 luglio 2017 e non rispondenti alla CPR, prevedendo un periodo transitorio di coesistenza, fino al 31 dicembre 2017, tra la nuova variante 4 e la precedente edizione 2012, nonché l’aggiunta della seguente nota:

Secondo il principio giuridico per il quale si applica la norma tecnica vigente al momento della presentazione delle istanze dei titoli autorizzativi e/o dei progetti redatti o di inizio dei lavori di cui in ogni caso si possa avere data certa, antecedente al 1° luglio 2017, i relativi impianti possono essere realizzati e/o completati in conformità alle norme tecniche vigenti prima della data di validità della presente Variante”.

Quest’ultima nota consente all’impresa impiantistica di poter certificare gli impianti che siano realizzati e/o completati successivamente al 1° giugno 2017 attraverso il riferimento, nella Dichiarazione di conformità di cui al DM 37/08, delle norme tecniche precedenti la V4 purché le istanze di titoli autorizzativi o progetti siano antecedenti al 1° luglio 2017.

Come noto i cavi immessi sul mercato a partire dal 1° luglio 2017, siano essi di potenza o di trasmissione dati, destinati ad essere incorporati permanentemente negli edifici e nelle opere di ingegneria civile, dovranno rispettare il regolamento CPR ed essere quindi conformi alle caratteristiche di reazione al fuoco previste dalla norma EN 50575 nonché muniti di marcatura CE e DoP.

Ricordiamo infine che le imprese associate ad ASSISTAL possono acquistare le norme e le guide tecniche del CEI a prezzi scontati. Per maggiori informazioni contattare la segreteria dell’Associazione allo 02.6085211 – nazionale@assistal.it