Home » APPALTI » Riforma del codice appalti: i risultati della consultazione pubblica

Riforma del codice appalti: i risultati della consultazione pubblica

Si è conclusa lo scorso 10 settembre la consultazione pubblica lanciata sul sito del Mit e finalizzata a raccogliere la pluralità di voci degli stakeholders per l’avvio di una riforma del Codice dei Contratti.

La consultazione, che ha coinvolto amministrazioni, associazioni di categoria, privati e liberi professionisti, ha raccolto un totale 1.908 contributi: una media di ben 58 contributi al giorno.

Se per la maggior parte (56,76%) i partecipanti sono dipendenti di aziende private e imprenditori individuali, di particolare rilievo è stato anche il contributo proveniente dalle PA (30,08%) le quali hanno acceso i riflettori su alcuni temi caldi tra i quali spicca in modo particolare il contenuto dell’art. 113 dedicato alle forme di incentivazione per le funzioni tecniche.

Tra i temi che hanno destato maggiore interesse e per i quali la consultazione ha fatto emergere una maggiore necessità di modifica troviamo:

  • Il subappalto
  • I criteri di aggiudicazione
  • La disciplina dell’anomalia
  • I dati oggetto di pubblicazione e i termini di decorrenza anche ai fini dell’impugnativa
  • La nomina e i requisiti del RUP
  • I motivi di esclusione
  • Gli incentivi per le funzioni tecniche

Diverse segnalazioni sono giunte anche in tema di superamento degli istituti del soft law, del cosiddetto rito super speciale e dell’avvalimento, nonché in merito all’elenco delle stazioni appaltanti qualificate; all’appalto integrato; al rating d’impresa, e ai costi della manodopera.

Le principali richieste, ad ogni modo, riguardano la necessità di chiarire e semplificare il quadro normativo eliminando le difficoltà applicative che ne derivano e garantendo, in questo modo, l’efficienza del sistema dei contratti pubblici.

L’augurio è che la Consultazione possa fornire concretamente gli spunti utili ad una riforma funzionale del Codice dei contratti pubblici.

 

Scarica il Report della Consultazione Pubblica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi