Home » APPALTI » Subappalto: Anac invia l’atto di segnalazione n. 8/2019 a Governo e Parlamento

Subappalto: Anac invia l’atto di segnalazione n. 8/2019 a Governo e Parlamento

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha inviato un Atto di segnalazione a Governo e Parlamento in tema di subappalto. Come noto, con sentenza dello scorso 26 settembre la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha statuito la non conformità al diritto comunitario della norma nazionale che prevede un limite quantitativo al subappalto, concepita per prevenire rischi di infiltrazione criminale.

Anac ha segnalato nel proprio documento (disponibile in allegato) l’urgenza di adeguarsi alla sentenza della Corte Ue, sottolineando però la necessità di introdurre dei contrappesi. In particolare, si auspica di delegare alle stazioni appaltanti il compito di decidere caso per caso quale soglia chiedere, senza però consentire il subaffidamento al 100% e dando alle Pa gli strumenti per controllare il possesso dei requisiti dei subappaltatori.

Il suggerimento arrivato dalla Corte Ue è di evitare «limitazioni quantitative a priori» in modo da «favorire l’ingresso negli appalti pubblici delle Pmi». Questo però non significa abdicare alla necessità di imporre dei limiti. Anzi, anche adeguandosi alla sentenza della Corte «si dovrebbero prevedere alcuni accorgimenti e “contrappesi”».

Infatti, se da un lato il Giudice europeo ha censurato il limite al subappalto», dall’altro «non sembra aver stabilito la possibilità per gli offerenti di ricorrervi in via illimitata». Per Anac quindi, si può prevedere la «regola generale di ammissibilità del subappalto», affidando alle stazioni appaltanti il compito di individuare volta per volta delle soglie, motivando la scelta gara per gara, così come avviene nel caso della mancata suddivisione in lotti degli appalti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi