Home » Tecnologia, Energia, Ambiente e Sicurezza » Trattamento acqua per gli impianti termici

Trattamento acqua per gli impianti termici

Facciamo seguito a diversi quesiti pervenuti per ricordare che il DM 26 giugno 2015, cosiddetto “Decreto requisiti minimi”, ha introdotto importanti novità relativamente al trattamento dell’acqua per gli impianti di riscaldamento. Precedentemente valeva quanto riportato nel DPR 59/09.

In particolare, a partire dal 1° ottobre 2015 il suddetto decreto impone per gli impianti di riscaldamento nuovi, ma anche per quelli sottoposti a ristrutturazione o a semplice sostituzione del generatore:

– l’obbligo di un trattamento di condizionamento chimico dell’acqua indipendentemente dalla potenza dell’impianto;

– l’obbligo di un addolcitore per gli impianti di potenza termica del focolare superiore a 100kW quando la durezza dell’acqua supera i 15°F.

Per quanto riguarda il trattamento dell’acqua calda sanitaria resta valido il riferimento normativo dato dalla norma tecnica UNI 8065 che prevede per l’acqua calda sanitaria, indipendentemente dalla potenza termica dell’impianto, un addolcitore se la durezza è maggiore o uguale a 25°F, o la possibilità di scegliere tra un condizionamento chimico o un addolcitore se la durezza è inferiore a 25°F.