Home » LAVORO » Unioni civili e convivenza di fatto. Legge 76/2016 e sentenza Corte Costituzionale 213/2016. Effetti su permessi legge 104/1992 e congedi decreto legislativo 151/2001.

Unioni civili e convivenza di fatto. Legge 76/2016 e sentenza Corte Costituzionale 213/2016. Effetti su permessi legge 104/1992 e congedi decreto legislativo 151/2001.

La Legge 20 maggio 2016, n.76 ha disciplinato le unioni civili tra persone dello stesso sesso e le convivenze di fatto prevedendo, tra l’altro, che “le disposizioni che si riferiscono al matrimonio e le disposizioni contenenti le parole «coniuge», «coniugi» o termini equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi, negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti nonché negli atti amministrativi e nei contratti collettivi, si applicano anche ad ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso”.

La Corte Costituzionale con la sentenza n. 213 del 5 luglio 2016, inoltre, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art.33, comma 3, della legge 104/1992 nella parte in cui non include il convivente tra i soggetti legittimati a fruire dei permessi ex art. 33, comma 3, della legge 104/92.

Nel prendere atto della legge e della sentenza sopra richiamate l’Inps ha diramato la circolare n. 38 del 27 febbraio 2017 con la quale affronta gli effetti sia sulla concessione dei permessi di cui all’art. 33, comma 3, della legge 104/92 come sui congedi straordinari ex art. 42, comma 5, D.Lgs. 151/2001.

 Inps circolare n. 38 del 27-02-2017